NEWS
13/04/04 - Hotel MeliĆ  Milano ha ospitato l'evento annuale di Tourism Investment 2017

Si è da poco conclusa la quarta edizione di Tourism Investment, evento dedicato al mondo del real estate turistico.


È stata una edizione ricca di novità, infatti, per la prima volta, l’evento si è spostato a Milano, all’interno della suggestiva location del Melià Hotel Milano. Cambio di location e cambio di data (da settembre al 4 aprile) con l’ottica di beneficiare e creare delle sinergie con le altre fiere della città meneghina: Salone del Mobile e BIT.


Il cambio è apparso vincente, infatti, Tourism Investment, nell’intera giornata del 4 aprile ha attratto: 400 visitatori, 20 espositori, 5 conferenze e 20 esperti del settore, nazionali ed internazionali, riuniti per discutere dei cambiamenti e dei nuovi trend. L’evento è poi proseguito il 5 aprile con una tappa al Fuori Salone, per discutere del tema dei serviced apartments. L’evento ‘Heart’s serviced apartments’ è stato organizzato dall’Archistar Simone Micheli, in collaborazione con PKF hotelexperts ed ha coinvolto, nella conferenza di apertura, quattro importanti esperti di property management: Stefano Bettanin – Rentopolis, Vincenzo Cella – Halldis, Piergiorgio Mangialardi – Allegro Hotel & Condo e Lord of Verona.


Dai dibattiti emergono buone prospettive di crescita ed un interesse sempre maggiore da parte di investitori internazionali. << La verità è che il settore, grazie agli sforzi comuni di molti di noi si sta muovendo e sta progredendo: dobbiamo abbandonare l’approccio autolesionistico di molti di noi>> ha affermato Alessandra Priante di MIBACT.


Stefano Mantella – dirigente dell’Agenzia del Demanio, ha confermato la forte attenzione per l’Italia, la difficoltà però, afferma il dirigente << è che spesso l’investitore richiede uno sconto importante sul prezzo di acquisto e non è possibile svendere beni importanti>>.


Aldo Mazzocco, capo della CDP ha dichiarato: << CDP Investimenti SGR gestisce un piano di investimenti nel settore immobiliare € 3,8 miliardi, con una particolare attenzione al settore del turismo. Il piano ha l'obiettivo di promuovere la crescita delle catene alberghiere nazionali ed internazionali in Italia, sulla base di una separazione tra proprietà e gestione >>.


Nel corso delle conferenze si è ribadito dell’importanza della sharing economy e della necessità di regolamentazione dei nuovi fenomeni di ospitalità. Sono molteplici i modi di generare una redditività per gli albergatori e, come affermato da Palmiro Noschese, Managing Director Italia di Melià Hotels International << il 65% del business alberghiero deriva dalle camere, mentre il restante è legato ad altre attività che servono a diversificare l’offerta tra una struttura e l’altra >> Tuttavia, un ultimo ruolo fondamentale resta alle banche che devono supportare i progetti delle catene e dei singoli alberghi.


Data la rapidità con cui muta il settore turistico, occorrono strumenti nuovi, una cultura ed una formazione continua che permetta di adattarsi velocemente e di sfruttare al meglio le nuove opportunità.