NEWS
13/04/04 - Successo di partecipazione per Tourism Investment

Successo di partecipazione per Tourism Investment 


Un successo di partecipazione per l’edizione 2017 di Tourism Investment svoltasi il 4 aprile scorso all’Hotel Meliá di Milano. L’area mediterranea e in particolare l’Italia sono state al centro del forum dedicato al real estate turistico. Il programma, denso di appuntamenti - con overview sui trend di mercato, una panoramica sugli investimenti italiani e stranieri, una riflessione sulle condizioni di investimento e sui rapporti tra operatori e istituti bancari - ha incontrato l’interesse dei player di settore. Sono emerse le ultime tendenze in fatto di innovazione, di design e di wellness in hotel, così come sono stati ripercorsi i driver di crescita dei brand italiani. Nel corso del forum di apertura, che ha fatto il punto sul real estate in Italia, Michael Widmann di Pkf Hotelexperts ha spiegato che “in Italia la politica non ha aiutato il settore. Sul fronte dei player occorrerebbe puntare sui giovani, sulle donne e su nuove idee”. Pronta la replica di Alessandra Priante, responsabile relazioni internazionali del Mibact: “In realtà il governo sta cambiando, come dimostrano le linee guida del nuovo Piano strategico, che pensa a sostenere le imprese turistiche, anche quelle alberghiere, con incentivi e un moderno piano a sostegno della digitalizzazione”. L’Agenzia del Demanio fa la sua parte per attrarre gli investitori stranieri: “Ci sono moltissimi beni di pregio situati in posizioni strategiche – ha spiegato Stefano Mantella dell’Agenzia del Demanio -: tra ville ed edifici storici, strutture costiere ed ex caserme. Nel biennio 2015-2016 sono andati a bando 29 edifici costieri e nel 2017 l’Agenzia ha deciso di concentrarsi su realtà territoriali lontane dai flussi turistici più tradizionali. Anche Cdp sta facendo la sua parte – ha ricordato Mantella – con un fondo dedicato”. Da tempo Confindustria Alberghi sta seguendo il tema degli investimenti e da qualche anno collabora con l’Agenzia del Demanio per il progetto “Valore Paese”, oltre che con Cdp, Mise, Ice e altre realtà: “Abbiamo portato l’Italia e i suoi asset turistici a Berlino e a Mosca – ha dichiarato il presidente Giorgio Palmucci -. Durante il corso dell’anno continueremo a promuovere l’offerta dei nostri associati ad un pubblico internazionale e possiamo confermare un forte interesse da parte di investitori stranieri”. Sul tema della sharing economy si è intrattenuto il presidente di Federalberghi Lazio, Walter Pecoraro, definendola “shadow economy” e chiedendo al governo e alle istituzioni “uno sgravio della burocrazia e più regole certe per tutti”. Founder di Tourism Investment sono Pkf e AboutHotel. Special partner: Associazione Italiana Confindustria Alberghi. Il forum ha avuto il patrocinio di Federalberghi e come supporter Simone Micheli Architect e Federalberghi Roma. Le società sponsor sono state Best Western, Meliá, Marriott e Choice Hotels.

leggi più articoli su GuidaViaggi.it


Visualizza allegato